Come predisporre le varie fasi nella costruzione di un progetto. Ci sono dei modelli?

Nella costruzione di un progetto ci siamo bloccati, in quanto non sappiamo come predisporre le varie fasi. Ci sono dei modelli?

Chiarite le condizioni e le potenzialità interne dell’organizzazione, definite le finalità, gli obiettivi generali e specifici di un progetto occorre ora individuare le azioni graduali  necessarie da compiere per conseguirli.
Si identificano così delle fasi di lavoro che possono comprendere una o più azioni da realizzare in un tempo determinato. A ciascuna azione vanno abbinate le risorse umane, di competenza, economiche, strumentali necessarie per la realizzazione dell’azione stessa.
Nella fase di pianificazione si deve prevedere l’inizio, la durata e la fine di ogni azione e quanto tempo impegnerà il volontario o altra persona coinvolta nel progetto.

Facciamo un esempio: stiamo progettando un progetto che prevede anche un percorso di formazione – ci troviamo a scrivere le fasi preliminari, prima ancora dell’inizio stesso del corso; siamo nella FASE DI PREPARAZIONE:

FASE: Preparazione
COSA (AZIONE): Individuazione ragazzi interessati tramite colloquio
QUALI RISULTATI MI ASPETTO: Sapere quali ragazzi sono effettivamente interessati al progetto di formazione/inclusione sociale
QUANDO: Inizio progetto
CHI/COSA SERVE: Psicologo esperto di orientamento
QUANTO COSTA: € 50,00 ora

Variabile tempo e diagramma di Gantt
La variabile tempo nella fasi di pianificazione e successivamente di realizzazione di un progetto, è fondamentale; spesso non viene considerata ed è causa di molti fallimenti. Esiste nel processo di maturazione e cambiamento una gradualità sequenziale e una opportunità temporale per compiere i passi necessari. Per programmare le azioni è possibile utilizzare il diagramma di Gantt che consente di dare una rappresentazione grafico temporale della sequenza delle azioni. Vedi seguente esempio:

Diagramma di Gantt e tabella esemplificata
Il Diagramma di Gantt consente di:
• Definire la programmazione di un progetto immettendo le azioni e le relative durate.
• Impostare relazioni sequenziali fra le azioni , in modo da controllare gli effetti della modifica della durata di un’attività
sulle date di inizio e fine di altre attività e sulla data di fine del progetto.
• Assegnare personale e altre risorse alle azioni.
• Verificare lo stato di avanzamento dei lavori co frontando le date programmate con le date effettive di inizio e fine e
controllando la percentuale di completamento di ogni attività.

SUPPONIAMO DI DOVER  PIANIFICARE UN’ATTIVITA’ DI SELEZIONE IN INGRESSO PER UN’AZIENDA:

SUPPONIAMO DI DOVER  PIANIFICARE UN’ATTIVITA’ DI SELEZIONE IN INGRESSO PER UN’AZIENDA