6° Rapporto Cisf, Famiglia e società del benessere

TITOLO
6° Rapporto Cisf, Famiglia e società del benessere

AUTORE
Vari; a cura di Donati Pierpaolo

CASA EDITRICE
San Paolo Edizioni

Il Sesto Rapporto intercetta la riflessione sul benessere utilizzando un punto di vista originale, "esterno" rispetto alla discussione tra pubblico e privato, tra intervento statale e libero mercato, tra libertà individuale e bene comune. Il Rapporto mette per contro in luce come ogni riflessione sul benessere delle persone e delle collettività non può prescindere dalla dimensione familiare. In particolare l’analisi proposta sottolinea che esiste una distinzione fondamentale tra benessere individuale e benessere familiare. Gli stessi interventi sociali di sostegno al benessere delle persone e delle famiglie, anziché promuovere la qualità e il benessere familiare, rischiano infatti di accentuare spesso la separazione tra mondi vitali e sociale, di espropriare i sistemi familiari della loro capacità relazionale, risorsa primaria della famiglia nel produrre il benessere proprio e dei propri membri. La sfida in atto riguarda quindi sia la sfera sociale che l’ambito familiare: alla società è richiesto di "saper guardare" alla famiglia, rispettandone leggi, dinamiche interne e valori. In particolare gli interventi per la famiglia devono essere pensati con le famiglie, e con organismi capaci di rappresentarla, mettendo in opera azioni sussidiarie alle potenzialità e responsabilità autonome delle famiglie stesse. Alle famiglie è chiesto di sapersi aprire al contesto esterno, di saper allargare la propria rete relazionale.