Servizio Civile Nazionale. Criteri aggiuntivi per la redazione dei progetti

La Giunta Regionale della Regione Puglia con DGR n.1229 del 28/07/2017 ha approvato gli indirizzi e i criteri aggiuntivi per la redazione dei progetti di Servizio Civile Nazionale per gli enti accreditati negli albi di SCN con sedi di attuazione in Puglia.

In particolare con tali criteri aggiuntivi saranno assegnati ulteriori punti, fino ad un massimo di 15, da attribuire ai progetti che:

  1. favoriscano lo sviluppo di politiche di pari opportunità con azioni finalizzate alla prevenzione e/o al superamento di forme di discriminazione, incentivando l’accesso al Servizio di giovani con bassa scolarizzazione e/o di giovani con disabilità e/o di giovani stranieri non comunitari regolarmente soggiornanti, coerentemente con i principi della L. 64/2001 che individua il Servizio Civile quale occasione di crescita e valorizzazione della persona sul piano culturale, della solidarietà e della cittadinanza attiva – 3 punti;
  2. siano redatti e realizzati in maniera congiunta tra più enti (coprogettazione) – 2 punti;
  3. prevedano la co-realizzazione della formazione generale con classi di max 25 volontari, secondo i dettami delle linee Guida della Formazione Generale dei giovani in SCN – 1 punto;
  4. contengano la manifestazione della volontà dell’Ente di partecipare alle iniziative di comunicazione, formazione, sensibilizzazione e networking realizzate e/o promosse dalla Regione Puglia per lo sviluppo del Servizio Civile – 1 punto;
  5. contengano la manifestazione della volontà dell’Ente di favorire la partecipazione dei volontari alle iniziative sul SC organizzate o promosse dalla Regione Puglia – 2 punti;
  6. prevedano corsi di primo soccorso che non siano in sovrapposizione al modulo obbligatorio di formazione specifica sui rischi connessi all’impiego dei volontari nei progetti di SCN – 3 punti;
  7. prevedano azioni a favore dell’accoglienza e/o integrazione degli immigrati – 1/3 punti.

L’assegnazione del punteggio aggiuntivo regionale sarà assegnato, fino ad un massimo di 15 (quindici) punti, a condizione che:

il numero complessivo di volontari, pari alla somma di quelli richiesti nei singoli progetti presentati dall’Ente, rispetti i limiti massimi previsti dalla tabella di seguito riportata:
Enti di I classe: max 110 volontari
Enti di II classe: max 110 volontari
Enti di III classe: max 110 volontari
Enti di IV classe: max 110 volontari

-il progetto per il quale viene richiesta l’attribuzione dei punteggi aggiuntivi ottenga una valutazione di minimo 55 punti sulla base del punteggio nazionale, di cui alla griglia di valutazione riportata nel Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione dei progetti di servizio civile nazionale da realizzare in Italia e all’estero, nonché i criteri per la selezione e la valutazione degli stessi.

Sono stati inoltre introdotti deflettori per gli Enti che non attuino, in tutto o in parte, gli impegni assunti con i criteri aggiuntivi richiesti in sede progettuale. Per i progetti congiunti i deflettori ricadranno su ciascuno degli enti coprogettanti.

Nello specifico, in relazione ai criteri aggiuntivi n°1-3-4-5-6-7 sarà decurtato 1 (un) punto per ciascun criterio non rispettato; la decurtazione sarà applicata sul punteggio finale attribuito ad ogni proposta progettuale presentata in occasione del primo Avviso cui gli enti sanzionati parteciperanno, nell’arco dei 12 mesi successivi alla notifica della sanzione.

Scarica gli allegati:
Allegato DGR_1229_2017 (1)
DGR_1229_SCN_Criteri aggiuntivi_2017




займ онлайн займ на карту