Angeli della Vita: Verde Bianco Rosso: Immigrati Volontari

Progetti di Promozione 2015. Abstract di Progetto

Con il progetto di “Verde Bianco Rosso: Immigrati Volontari” l’Associazione di Volontariato “Angeli della Vita” mira a integrare n. 15 volontari immigrati aderenti alla stessa organizzazione con il fine di avviare i neo volontari nella pratica di attività di fattoria e agricoltura sociale.

La specificità del progetto vuole accompagnare gli immigrati-volontari a una conoscenza più consapevole del loro status di volontari e alla conoscenza di tecniche agricole e ambientali già sperimentate dai Partner aderenti al Progetto, le Cooperative Sociali “Tracceverdi” e “Siloe” che gli abiliteranno all’operatività con la prospettiva di futuri inserimenti lavorativi.

Il Progetto di Promozione ha carattere sperimentale e innovativo oltre che esaltante per i risultati che si intendono perseguire. La proposta trova la sua genesi in diverse iniziative progettuale di Promozione del Volontariato che l’Associazione “Angeli della Vita” sta sperimentando sul territorio a part ire dal 2012 attraverso la pratica di attività terapeutiche con l’ausilio e la mediazione di animali da fattoria (cane, asino, cavallo, caprette, galline, conigli e volatili). I l loro utilizzo è finalizzato allo svolgimento di terapie alternative che stanno portando alle persone con disabilità, disagio sociale ed anche a persone normodotate miglioramenti sostanziali. I l presente progetto si rivolge agli immigrati volontari con l’intento di educare loro alla pratica del Volontariato come prospettiva di integrazione.

I l Progetto si articola in t re fasi:

La prima fase è tesa alla individuazione dei 15 volontari, alla divulgazione e promozione dell’idea progettuale sul territorio dei Comuni di Giovinazzo e Bari.

La seconda fase prevede l’implementazione di attività di fattoria, di orto e di pratica e sperimentazione di Agricoltura Sociale da realizzare presso un terreno utilizzato dall’Associazione in comodato d’uso gratuito e su terreni e strutture dei soggetti Partner del Progetto. In questo contesto si sperimenteranno i “Salotti Alternativi” con la guida specialistica del Direttore del Dipartimento Dipendenze Patologiche e di figure professionali. L’iniziativa si propone altresì di organizzare “Gruppi di Condivisione” a sostegno delle famiglie dei soggetti con disabilità psichica e i Volontari Immigrati.

In tale contesto, con l’ausilio di esperti, saranno organizzate attività di laboratori di cucina povera, semina di ortaggi e fiori (orto-terapia), lavori di decoupage, di lucidatura e ornamento dei ferri di cavallo (simbolo della fattoria) e realizzazione di rose in carta crespa. Questi prodotti saranno esposti nelle giornate evento denominate “Sagra del Volontario-Immigrato”.

La terza fase prevede il monitoraggio e la rilevazione del lavoro progettuale, contestualmente alle attività. La realizzazione di un book fotografico e un Report finale da presentare a conclusione del progetto nei Comuni di Giovinazzo e Bari.

Con il progetto di promozione per immigrati-volontari si intende abbattere le barriere della diversità per favorire l’integrazione ed aprirsi alla scoperta di nuove realtà finalizzate a una pacifica convivenza nel reciproco rispetto di caratteristiche individuali e identitarie.