Bando contro la dispersione scolastica e la frammentazione sociale

Bando contro la dispersione scolastica e la frammentazione socialeIl Comune di Andria e l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Sen. O. Jannuzzi” di Andria pubblicano il bando “Centro risorse contro la dispersione scolastica e la frammentazione sociale in zone ad alto tasso di presenza di criminalità organizzata”. L’obiettivo è la progettazione e la realizzazione di percorsi e azioni volte al recupero e alla prevenzione della dispersione scolastica, della devianza, attraverso attività ludiche, sportive, culturali, sociali e civili, espressive e professionalizzanti da realizzare nel Centro risorse di via Aldo Moro, una struttura realizzata con fondi europei e che comprende un auditorium con circa cento posti, laboratori per le attività teatrali e musicali, un impianto sportivo polivalente all’aperto.

Possono presentare progetti tutte le scuole pubbliche e private, enti pubblici, cooperative, associazioni, comitati e gruppi organizzati. Le proposte progettuali devono essere presentate alla segreteria didattica dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “Sen. O. Jannuzzi” di Andria entro il 31 gennaio 2008.

MAGGIORI INFORMAZIONI

link al bando pubblicato sul sito dell’ITIS “Sen. O. Jannuzzi” di Andria

scarica comunicato del Comune di Andria
scarica Regolamento di fruizione
scarica Modulo A domanda di fruizione
scarica Modulo B formulario
scarica Modulo C dichiarazione di responsabilità

Manifestazione di interesse per l’individuazione di un soggetto partner del Terzo Settore per la coprogettazione dei progetti in favore di adolescenti e giovani, da candidare all’avviso pubblico “DesTEENazione-Desideri in azione”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 13/05/2024
  • parole chiave: co-progettazione; inclusione sociale; adolescenti; famiglie; comunità; multidisciplinarietà; partecipazione; innovazione sociale; educazione
  • Condividi sui Social:

Individuazione soggetto partner del Terzo settore per la coprogettazione in favore di persone con disabilità, da candidare all’avviso pubblico “Oltre le barriere: Città Accessibile”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 02/05/2024
  • parole chiave: disabilità; inclusione; co-progettazione; partecipazione; pari opportunità; benessere psico-fisico
  • Condividi sui Social:

Volontariato 2024

Rispondere a sfide sociali e creare spazi di partecipazione, mobilitando nuovi volontari e aumentando il senso di comunità e protagonismo attivo dei giovani

  • soggetto promotore: Fondazione con il Sud
  • scadenza: 09/05/2024
  • parole chiave: partecipazione; comunità; solidarietà; inclusione; sviluppo; cambiamento
  • Condividi sui Social:

Comunità Ospitali per il Turismo Accessibile

I Progetti di Rete realizzeranno un sistema integrato di accoglienza accessibile

1. Realizzazione di servizi turistici per la fruizione e la mobilità accessibili, nonché acquisto di materiali, mezzi e infrastrutture leggere (es. segnaletica), strumenti tecnologici per le attività di ospitalità, escursionismo e visite guidate;
2. Predisposizione e organizzazione di pacchetti turistici integrati con servizi turistici finalizzati all’obiettivo della inclusività;
3. Comunicazione e divulgazione di tutte le attività promosse e realizzate da ciascuna Rete, con particolare attenzione alla comunicazione on line e agli strumenti digitali;
4. Organizzazione e produzione di servizi socio-educativi a supporto dell’utenza e della offerta turistica;
5. Attivazione di percorsi di formazione e accompagnamento consistenti in:
a) tirocini che favoriscano l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità nelle attività di ideazione della esperienza turistica accessibile;
b) iniziative per la facilitazione dell’accoglienza e della attuazione del Progetto.”

Opportunità in movimento

La Fondazione intende supportare progetti volti a promuovere l’attività fisica – continuativa e di qualità – e a renderla accessibile per tutti, in particolare per le persone con disabilità, al fine di migliorare la qualità della vita e le abilità (fisiche, cognitive, sociali, relazionali) delle persone e ridurre la sedentarietà, l’inattività e il rischio di obesità.