Diamo spazio alla Solidarietà

Diamo spazio alla SolidarietàIn base ad un accordo tra l’Agenzia Spaziale Italiana e il Ministero della solidarietà sociale, il simbolo della solidarietà è stato portato a bordo dello Shuttle STS-120, lanciato nello spazio il 23 ottobre 2007 nell’ambito della missione dedicata alla costruzione della Stazione Spaziale Internazionale ISS.
La missione, guidata da Paolo Nespoli, è stata chiamata ESPERIA, dal nome che gli antichi Greci usavano per riferirsi alla penisola italiana. Il nome è stato scelto per sottolineare che la missione costituisce una grande dimostrazione delle potenzialità della tecnologia italiana.

In occasione del lancio della navicella, il Ministero della solidarietà sociale in collaborazione con il Ministero della pubblica istruzione ha indetto il Concorso “Diamo spazio alla Solidarietà”, rivolto a tutti gli studenti e le studentesse delle classi V delle scuole primarie. Il Concorso si propone di promuovere presso i cittadini più giovani il tema della solidarietà (rispetto agli anziani, ai poveri, agli immigrati, ai nomadi, ai disabili…).  

Le opere vincitrici riceveranno un premio in denaro, che sarà attribuito alla scuola per il sostegno a iniziative umanitarie e/o per l’acquisto di materiale didattico. Gli alunni delle classi premiate riceveranno invece uno zainetto contenente materiale informativo, matite, portachiavi, spille e altri oggetti, tutti recanti il logo della solidarietà.

Far pervenire il “prodotto”  in concorso,  entro e non oltre lunedì 31 marzo 2008 a
Direzione Generale per lo Studente
Segreteria del Direttore Generale
Via Ippolito Nievo n° 35
00153 Roma

MAGGIORI INFORMAZIONI

link al concorso pubblicato sul sito del Ministero della Solidarietà Sociale

Manifestazione di interesse per l’individuazione di un soggetto partner del Terzo Settore per la coprogettazione dei progetti in favore di adolescenti e giovani, da candidare all’avviso pubblico “DesTEENazione-Desideri in azione”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 13/05/2024
  • parole chiave: co-progettazione; inclusione sociale; adolescenti; famiglie; comunità; multidisciplinarietà; partecipazione; innovazione sociale; educazione
  • Condividi sui Social:

Individuazione soggetto partner del Terzo settore per la coprogettazione in favore di persone con disabilità, da candidare all’avviso pubblico “Oltre le barriere: Città Accessibile”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 02/05/2024
  • parole chiave: disabilità; inclusione; co-progettazione; partecipazione; pari opportunità; benessere psico-fisico
  • Condividi sui Social:

Volontariato 2024

Rispondere a sfide sociali e creare spazi di partecipazione, mobilitando nuovi volontari e aumentando il senso di comunità e protagonismo attivo dei giovani

  • soggetto promotore: Fondazione con il Sud
  • scadenza: 09/05/2024
  • parole chiave: partecipazione; comunità; solidarietà; inclusione; sviluppo; cambiamento
  • Condividi sui Social:

Comunità Ospitali per il Turismo Accessibile

I Progetti di Rete realizzeranno un sistema integrato di accoglienza accessibile

1. Realizzazione di servizi turistici per la fruizione e la mobilità accessibili, nonché acquisto di materiali, mezzi e infrastrutture leggere (es. segnaletica), strumenti tecnologici per le attività di ospitalità, escursionismo e visite guidate;
2. Predisposizione e organizzazione di pacchetti turistici integrati con servizi turistici finalizzati all’obiettivo della inclusività;
3. Comunicazione e divulgazione di tutte le attività promosse e realizzate da ciascuna Rete, con particolare attenzione alla comunicazione on line e agli strumenti digitali;
4. Organizzazione e produzione di servizi socio-educativi a supporto dell’utenza e della offerta turistica;
5. Attivazione di percorsi di formazione e accompagnamento consistenti in:
a) tirocini che favoriscano l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità nelle attività di ideazione della esperienza turistica accessibile;
b) iniziative per la facilitazione dell’accoglienza e della attuazione del Progetto.”

Opportunità in movimento

La Fondazione intende supportare progetti volti a promuovere l’attività fisica – continuativa e di qualità – e a renderla accessibile per tutti, in particolare per le persone con disabilità, al fine di migliorare la qualità della vita e le abilità (fisiche, cognitive, sociali, relazionali) delle persone e ridurre la sedentarietà, l’inattività e il rischio di obesità.