Fondazione Alta Mane: supporto a progetti di enti no profit

La Fondazione Alta Mane Italia sostiene progetti volti al miglioramento delle condizioni di vita o di salute delle persone, con particolare attenzione a bambini e giovani che si trovano in situazioni di estrema emarginazione sociale o di sofferenza psico-fisica mediante percorsi di sostegno collegati all’esperienza artistica, finalizzati alla loro ripresa psico-fisica e all’integrazione sociale.

PRINCIPALI AMBITI di INTERVENTO:
– ARTE E INCLUSIONE SOCIALE.
Target: giovani e bambini in condizioni di disagio sociale (che vivono in aree degradate, migranti, di seconda generazione, figli di detenuti, rom, bambini di strada);
– ARTE E INCLUSIONE SOCIALE.
Target: giovani e bambini in condizione di disagio psico-fisico (disabili fisici,ragazzi con disturbi psichici/cognitivi/sensoriali, con esiti di coma);
– ARTE E SALUTE.
Target:bambini e adolescenti ricoverati nei reparti pediatrici ospedalieri /day hospital/comunità terapeutiche;
– ARTE E SENSIBILIZZAZIONE.
Convegni e pubblicazioni, video prodotti da AMI, Tournée,spettacoli e festival;
– ARTE E RICERCA.
Target: oltre ai bambini e ai giovani che si trovano in una situazione di sofferenza/disagio, il target di questo ambito di intervento comprende  anche: fondazioni, operatori,beneficiari, investitori,università,istituzioni, ecc;
– ARTE E INTERSCAMBI.
Target: operatori in contesti di inclusione sociale, operatori in contesti terapeutici.
COME PROPORRE UN PROGETTO
La Fondazione NON OPERA MEDIANTE BANDI ma individua e sceglie i possibili partner, valutando annualmente un numero ristretto di proposte di progetto.Le proposte, dunque, devono pervenire spontaneamente al link qui indicato: http://www.altamaneitalia.org/fondazione-2/modalita-di-erogazione/modulo-presentazione-progetto-2/.
CHI PUO’ PRESENTARE UN PROGETTO
Gli enti non profit quali:
– Associazioni;
– ONLUS;
– Fondazioni;
– Cooperative sociali;
– ONG;
CHI NON PUO’ ACCEDERE AI CONTRIBUTI DELLA FONDAZIONE
– Tutti gli enti con scopo di lucro;
– Tutti gli enti  che perseguono finalità politiche o religiose;
– Tutte le persone fisiche, fatta eccezione delle eventuali borse di studio a favore di giovani beneficiari dei progetti Partner già sostenuti dalla Fondazione.
COSA FINANZIA ALTA MANE
– In contesti di emarginazione sociale: laboratori/interventi artistici di lunga durata per bambini, adolescenti e giovani adulti;
– In contesti terapeutici: laboratori artistici di lunga durata per bambini, adolescenti e giovani adulti;
– Interscambi: visite ai reciproci siti di progetto dei partner;
– Sensibilizzazione: video, tournée, spettacoli, festival principalmente collegati ai progetti in corso realizzati dai partner;
– Ricerca: pubblicazioni, convegni, valutazioni di impatto.
DOVE INTERVIENE ALTA MANE
– Contesti di emarginazione sociale caratterizzati da povertà, violenza, abusi, carenza di servizi educativi/culturali, aree rurali svantaggiate, periferie metropolitane, quartieri urbani degradati, baraccopoli, campi nomadi, carceri, aree di violenza urbana;
– Contesti terapeutici: reparti ospedalieri, day hospital, comunità terapeutiche.
CRITERI DI SELEZIONE
• Proposte progettuali coerenti con la missione di AMI
• Elevata qualità artistico-pedagogico-sociale della proposta progettuale
• Rilevante esperienza professionale degli artisti/educatori/operatori coinvolti
• Competenza, affidabilità dell’ente proponente, completezza e trasparenza delle informazioni fornite
• Nei contesti terapeutici, il rispetto delle esigenze dei giovani pazienti e di ciascun reparto ospedaliero
• Alto potenziale d’impatto dell’intervento proposto a favore dei giovani beneficiari
VALORE AGGIUNTO PER LA SELEZIONE
• Nuove applicazioni dell’arte in contesti sociali degradati o ambiti terapeutici complessi
• Fasce di beneficiari particolarmente vulnerabili, poco considerati o in situazioni di emergenza
• Forme innovative di linguaggi artistici e/o metodolgie proprie e originali
• Approccio originale in grado di sollecitare nuovi sguardi su target fragili
• Qualità dell’eventuale partenariato e presenza di eventuali cofinanziatori
• Eventuale capacità di valutazione d’impatto dell’intervento
ULTERIORI PUNTI DI INTERESSE
• Contesti sociali e/o geografici degradati e svantaggiati carenti di altri supporti finanziari
• Potenziale di replicabilità del progetto all’interno di una rete
• Capacità di ricerca e sistematizzazione delle esperienze e potenzialità di contaminare il contesto culturale/scientifico di appartenenza
• Capacità di sensibilizzare istituzioni e pubblico su temi di emarginazione e di innescare processi di trasformazione culturale e sociale
• Approcci e metodologie di interesse per altri partners e disponibilità a condividerle, anche in vista possibili interscambi
SINTESI DEI PRINCIPI GENERALI
1. Gli importi erogati dalla Fondazione dovranno essere utilizzati esclusivamente per i fini concordati.
2. Ogni modifica della struttura associativa del Partner o del progetto approvato, come pure l’intervento di altri possibili enti co-finanziatori, dovrà essere comunicata tempestivamente alla Fondazione la quale, nel caso di variazioni ritenute consistenti, potrà riservarsi il diritto di confermare, o meno, il proprio sostegno al progetto.
3. I soggetti sovvenzionati dovranno fornire alla Fondazione periodiche relazioni informative e un rapporto finale, corredati da adeguate rendicontazioni in relazione all’utilizzo delle somme erogate. Essi dovranno inoltre inviare alla Fondazione adeguata documentazione illustrativa (foto, audio, video) circa il progetto sovvenzionato.
4. I soggetti sovvenzionati saranno tenuti a indicare nel materiale promozionale e informativo del progetto sovvenzionato compreso il circuito web, il nome e il logo della Fondazione tra i sostenitori dello stesso.
5. La Fondazione potrà pubblicare, nel proprio materiale informativo compreso il circuito web, ai soli fini di documentazione, il nome, il logo dei soggetti sovvenzionati e la documentazione audio/video concernente il progetto.
6. L’erogazione di una sovvenzione da parte della Fondazione non obbliga quest’ultima a reiterare nel futuro alcun contributo di tal genere, né farà sorgere alcun diritto e/o aspettativa al riguardo.
7. La Fondazione si riserva il diritto di revocare il proprio contributo e di richiederne la restituzione, nei seguenti casi:
a. il Progetto non sia avviato entro sei mesi dalla comunicazione dell’approvazione della proposta
b. siano intervenute variazioni in seno all’ Associazione o al Progetto, tali da comprometterne, a insindacabile giudizio della Fondazione, le finalità concordate e la trasparenza gestionale
c. non siano state fornite adeguate, o veritiere, relazioni e rendicontazioni, in merito all’effettivo utilizzo delle somme erogate.
CONTATTI
FONDAZIONE ALTA MANE ITALIA
Via dei Gracchi, 195 – 0192 Roma – Italia
Dal lunedì al venerdi: h.9,30-13,00 / 14,00-18,00
Telefono: 06/3214437 info@altamaneitalia.org