MED-ea a Canosa

L’originalissimo spettacolo MED-ea, curato dall’Associazione Musicale “U'Munacidde”, dopo aver riscosso un notevole successo di pubblico e di critica nelle performance andate in scena nei mesi scorsi, dapprima in una cantina ipogea di Gravina in Puglia e poi nella Cripta della Chiesa Matrice di Cisternino, approda il 5 gennaio alle 16,30 e alle 20,30 nella Canosa sotterranea, ovvero le Cave Leone in Via Lavello.
 
Si tratta di una rappresentazione molto originale e del tutto non convenzionale di testi classici come la Medea di Euripide, le Argonautiche di Apollonio Rodio e le Eroidi di Ovidio, grazie al lavoro di rielaborazione di Loredana Savino, sceneggiatrice nonché regista della MED-ea.
Lo spettacolo ripercorre tutta la storia di Medea, del suo sentimento subìto e tradito, attraverso sei protagoniste, cantanti e attrici con caratteristiche vocali e timbriche differenti: ognuna di loro è Medea e tutte sono, simultaneamente, una sola Medea.
 
Lo spettatore sarà coinvolto in un emozionante crescendo, grazie a un sottile lavoro di tessiture e composizioni vocali sonore, sino al suo definitivo “in-Medea-simento”.  Tutto ciò reso ancor più suggestivo dalla location, un labirintico percorso sotterraneo nelle antiche cave di tufo, e ancor di più dall’ulteriore attore protagonista: il buio. Infatti, gli spettatori saranno invitati a entrare nella location al buio, accompagnati solo dalla luce di alcune torce, che verranno spente quando si ritroveranno immersi nella scena.
 
Lo spettacolo è promosso da: Fondazione Archeologica Canosina, Associazione Canosa Sotterranea, Pro Loco, Dromos.it Soc. Coop. Con il Patrocinio e il contributo di: Provincia di Barletta-Andria-Trani e Comune di Canosa di Puglia.
 
MAGGIORI INFORMAZIONI
cell. 333 8856300
www.canusium.it