Pellegrini nell’arte

Pellegrini nell'arte

La parola "pellegrino" ha di per sé un significato ampio, a volte è usata nell’accezione di "straniero", altre volte nel senso di viandante, come colui che compie un viaggio verso un luogo sconosciuto o verso una meta precisa. Maggio è il mese dei baresi; maggio è il mese del loro Santo patrono, quel San Nicola che la tradizione popolare vuole amante dei forestieri, ovvero dei pellegrini.
Quest’anno però i pellegrini si fanno portatori di una nuova identità, una identità cittadina che li vede protagonisti importanti di quella festa che la città di Bari ha sempre vissuto come propria e che custodisce e protegge gelosamente.

Il progetto "Pellegrini nell’arte" nasce dall’idea di rendere viva quella visione proverbiale che vede i forestieri come gente amata dal Santo. Nel mese di San Nicola e dei baresi, i pellegrini contraccambiano l’affetto ricevuto dal Patrono, rendendogli omaggio con una mostra che ne illustra le doti miracolose.

La mostra "San Nicola… oltre la tradizione" è un’esposizione fumettistica e multimediale su quattro dei miracoli di San Nicola. Aperta fino al 9 maggio presso il Fortino S. Antonio di BAri, in via Re Manfredi, la mostra espone un percorso interattivo sulle nuove interpretazioni che oggi giorno si attribuiscono al Santo di Myra, con una prospettiva moderna dei suoi prodigi.
Ideatrice di questa rivisitazione occidentalizzata del miracolo è l’Associazione Kaleidos di Bari grazie al contributo dell’Assessorato alla cultura del Comune di Bari. Le esposizioni sono opere legate a tematiche attuali, si incentrano sul denaro, sul mare, sui bambini e sui carcerati.
I lavori sono frutto delle menti artistiche di Claudio Carlucci, Andrea Dentuto, Anna Di Maggio (artista e curatrice della mostra), Fabio Mazzola e Paolo Romanizzi. All’interno della mostra sono presenti altri contenuti, come performance musicali, interattive e multimediali, performance di dj set, con elettronic live set di Flavio P., Dread One e Marco Paternoster, per rendere la fruizione non solo visiva ma anche auditiva.
Sabato 8 maggio, sommo omaggio dei pellegrini sarà una parata che sfilerà in un simbolico pellegrinaggio circense itinerante tra le vie del centro storico. Esibizione suggestiva e spettacolare riproposta in due momenti, alle ore 18:30 e alle ore 21:30.

Domenica 16 maggio, alle ore 10:00, si svolge nel Parco "Largo 2 Giugno", Connessioni ricreative divertenti tra l’Oriente e l’Occidente, spettacolo di giocoleria "Pericolo Alternato" a cura di El Vico del Mare. Una giornata dedicata ai bambini e alle loro famiglie, con spettacoli itineranti per il parco, con animazione partecipata e teatro di burattini: tema principale il legame tra oriente e occidente. Sarà presente uno spazio denominato "Old-toys", piccole attrazioni e postazioni, che richiamano i giochi del passato.

Giovedì 20 maggio, alle ore 11:00, in Piazza del Ferrarese, si svolge la sfilata folcloristica "Invasioni orientali", tradizionale appuntamento con il festival "Maggio all’Infanzia", ideato e curato dal Teatro Kismet OperA di Bari. All’interno installazioni, giochi e costumi orientali a cura di Momiji con successivo spettacolo di burattini "Storie dell’anno mille", ispirato dal libro di Tonino Guerra e Luigi Malerba.

MAGGIORI INFORMAZIONI