Progetti Utili alla Collettività – Reddito di cittadinanza

Scadenza:

31/07/2021 (a partire dal 01/07/2021).

Parole chiave:

lavoro; inclusione sociale; collettività; cultura; arte; ambiente; formazione; tutela dei beni comuni.

Soggetto promotore:

Comune di Bari.

Soggetti ammessi:

L’invito a candidare proposte progettuali (PUC) dirette a ospitare i beneficiari del Reddito di Cittadinanza residenti nel comune di Bari è rivolto a:

  • Enti Pubblici con sede operativa nel territorio comunale della Città di Bari
  • Uffici territoriali dello Stato
  • Agenzie ed Enti di emanazione Pubblica
  • Aziende Regionali e Comunali
  • Città Metropolitana (per gli uffici e le attività insistenti nel territorio cittadino)
  • Enti e/o Fondazioni partecipati dal Comune di Bari anche non aventi sede operativa nello stesso a condizione che l’attività del PUC venga effettuata sul territorio cittadino
  • Enti del Terzo Settore indicati all’art. 4, comma 1 del D.Lgs 117/2017
    • organizzazioni di volontariato
    • associazioni di promozione sociale
    • enti filantropici
    • imprese sociali, incluse le cooperative sociali
    • reti associative
    • società di mutuo soccorso
    • associazioni riconosciute o non riconosciute
    • fondazioni ed altri enti di carattere privato diverso dalle società e costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi ed iscritti nel registro unico nazionale del Terzo Settore.
    • Sino all’operatività del registro unico nazionale del Terzo Settore, ai sensi dell’art. 101, commi 2 e 3 del medesimo D. Lgs. 117/2017, sono considerati Enti del Terzo Settore le Organizzazioni non Lucrative di Utilità Sociale di cui all’art. 10 del D. Lgs 460/1997 iscritte negli appositi registri, le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali delle Prov. Autonome di Trento e Bolzano, previsti dall’art. 7 della legge n°383/2000.

Ambiti di intervento/attività finanziabili:

Le proposte progettuali ammissibili ai fini del presente avviso, devono rientrare in uno dei seguenti ambiti:

  • Culturale
  • Sociale
  • Artistico
  • Ambientale
  • Formativo
  • Tutela dei beni comuni

Le proposte progettuali devono inoltre possedere i seguenti requisiti:

  • a. essere di utilità pubblica;
  • b. essere complementari ed integrative delle attività ordinarie, ovvero riguardare sia una nuova azione che il potenziamento di un’iniziativa già esistente;
  • c. non riguardare prestazioni e attività ordinarie che siano oggetto di esternalizzazione;
  • d. non possono prevedere il coinvolgimento in lavori/opere pubbliche già oggetto di appalto.
  • e. non prevedere il coinvolgimento dei beneficiari in lavori e/o servizi in sostituzione di personale dipendente, assente a causa di malattia, congedi parentali, ferie ed altro o per sopperire a temporanee esigenze di organico in determinati periodi di particolare intensità di lavoro;
  • f. Prevedere un impegno per ciascun beneficiario non inferiore ad otto ore settimanali (eventualmente aumentabili fino ad un massimo di sedici ore settimanali con il consenso di entrambe le parti);
  • g. le attività previste nell’ambito dei PUC non saranno in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo e non daranno luogo ad alcun ulteriore diritto da parte dei beneficiari;
  • h. non potranno prevedere il coinvolgimento di beneficiari che ricoprono ruoli o posizioni all’interno dell’organizzazione attuatrice proponente il PUC;
  • i. prevedere per i beneficiari RdC impegnati nei PUC l’applicazione degli obblighi in materia di salute e sicurezza previsti in relazione ai soggetti di cui all’art. 3 comma 12 bis del D.lgs. N°81/2008 e ss.mm.ii.

Spese ammissibili:

Il Comune di Bari rimborserà agli Enti attuatori gli oneri relativi a spese per materiale e strumenti necessari ed utili per l’attuazione dei progetti, spese per il trasporto pubblico, dotazioni anti infortunistiche e presidi, visite mediche obbligatoriamente previste, dispositivi gestione emergenza sanitaria COVID-19, dispositivo (es. tesserino) per identificazione beneficiario.

Contributo massimo ammissibile:

10.000 Euro (Iva inclusa) per ciascun progetto PUC.

Cofinanziamento:

Link al bando:

https://www.comune.bari.it/-/20200924-manifestazioni-interesse-realizzazione-puc-reddito-di-cittadinanza

Luoghi comuni

A sportello    –     Politiche Giovanili …

▲ Vuoi partecipare a un bando? ► richiedi una consulenza in Progettazione:

  • analisi del territorio, benchmarking e studi di fattibilità per l’individuazione di progetti e servizi
  • fund raising, tecniche e metodologie per il reperimento delle risorse finanziarie
  • informazioni su bandi e avvisi pubblici per la realizzazione di progetti e attività
  • informazioni sull’organizzazione degli strumenti per la gestione delle risorse economiche, per monitorare e valutare le attività, per attuare strategie di miglioramento
  • redazione di progetti
  • servizi di affiancamento per l’avvio di progetti e servizi operativi
  • Sevizio Civile Universale, accompagnamento nell’ideazione ed elaborazione del progetto

Le consulenze sono gratuite e solo su appuntamento, ricordati di prenotarle almeno 10 giorni lavorativi prima, tramite e-mail:

► Andria: delegazionebarinord@csvbari.com

► Bari: consulenza@csvbari.com

Novità: richiedi la consulenza in Videoconferenza!

Dovrai solo cliccare sul link che ti invieremo e potrai usufruire della consulenza a distanza.
Ti serve un PC con webcam e microfono oppure uno smartphone (in questo caso potrebbe essere richiesta la semplice installazione di un’app).