Coltiviamo agricoltura sociale – quarta edizione

Il bando mette in palio tre premi da 40.000 Euro ciascuno, a copertura totale dei costi, per altrettanti progetti innovativi di agricoltura sociale: due premi sono erogati dalla ONLUS Senior  L’Età della Saggezza e uno, da quest’anno, da Reale Foundation.
Le proposte dovranno fare espresso riferimento ad una o al massimo due delle seguenti tipologie di beneficiari:
•    Minori e giovani in condizione di disagio sociale;
•    Anziani;
•    Disabili;
•    Immigrati che godano dello stato di rifugiato o richiedenti asilo.
Le proposte dovranno collocarsi in una soltanto, delle seguenti aree (evidenziare quella prevalente):
A.    Potenziamento e sviluppo di servizi socio educativi e/o socio assistenziali già esistenti;
B.    Costruzione e sviluppo di reti e partenariati tra i diversi attori territoriali, tra cui, inderogabilmente, operatori di Agricoltura Sociale e servizi socio educativi e/o socio assistenziali;
C.    Sperimentazione e modellizzazione di nuovi servizi socio educativi e/o socioassistenziali.
Un’equilibrata presenza di genere nell’individuazione del target e nella realizzazione delle attività sarà positivamente valutata, così come la realizzazione delle attività attraverso una collaborazione con i servizi socio-sanitari e con gli enti pubblici competenti per territorio.
I progetti dovranno riguardare una o più delle seguenti attività:
1.    L’inserimento socio-lavorativo di persone con disabilità o svantaggiate e di minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale;
2.    Le prestazioni e le attività sociali e di servizio per le comunità locali, che utilizzino le risorse materiali e immateriali dell’agricoltura, per sviluppare le abilità e le capacità delle persone e per favorire la loro inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione e di servizi utili per la vita quotidiana;
3.    Le prestazioni e i servizi a supporto delle terapie mediche, psicologiche e riabilitative per il miglioramento delle condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive delle persone interessate, anche con l’ausilio di animali addestrati e la coltivazione dellepiante;
4.    L’educazione ambientale e alimentare, la salvaguardia della biodiversità, la conoscenza del territorio mediante le fattorie sociali e didattiche per l’accoglienza e il soggiorno di bambini in età prescolare e di persone in difficoltà sociale, fisica epsichica.
Requisiti dei partecipanti
Possono partecipare al bando:
1.    Gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile, in forma singola o associata;
2.    Le cooperative sociali di cui all’articolo 2, comma 1, della legge 18 agosto 2015, n. 141 che esercitano attività agricole e che svolgono o hanno svolto attività di Agricoltura Sociale.
3.    Le forme di associazione fra i soggetti di cui ai punti precedenti:
– Le cooperative sociali non agricole di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381;
– Le imprese sociali di cui al decreto Legislativo n.112 del 3 luglio 2017;
– Le associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale previsto dalla legge 7 dicembre 2000, n. 383 e quelle previste dal Decreto legislativo n.117 del 3 luglio 2017 (Codice Terzo Settore);
– I soggetti di cui all’articolo 1, comma 5, della legge 8 novembre 2000, n. 328;
Le forme di associazione di cui al punto 3 devono prevedere tassativamente come capofila uno dei soggetti di cui ai precedenti punti 1 e 2.
I requisiti soggettivi di cui ai punti 1, 2 e 3 previsti per la partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione del progetto.
Il progetto dovrà essere realizzato entro il 31 ottobre 2020
Presentazione delle domande
I soggetti interessati dovranno:
1.    Inviare online all’indirizzo: coltiviamoagricolturasociale@confagricoltura.it l’All. A – format “criteri per la formulazione della proposta”, debitamente compilato e corredato esclusivamente dalla scansione della sottoscrizione della Informativa Privacy e del consenso al trattamento dei dati (All. B);
2.    Inviare copia cartacea del format “criteri per la formulazione della proposta” (All. A), con allegati i documenti di seguito indicati, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (farà fede il timbro postale), al seguente indirizzo:
Confagricoltura Aspaglio – Corso Vittorio Emanuele II, 101 in 00186 ROMA (RM).
Al progetto, nella versione cartacea, da inviare per raccomandata con ricevuta di ritorno, devono essere allegati i seguenti documenti:
a)    Informativa Privacy con sottoscrizione del consenso al trattamento dei dati (All.B) il relative modulo deve essere sottoscritto da ciascun partner che partecipa al progetto;
b)    Dichiarazione sostitutiva di atto notorio ex art. 47 DPR n. 445/2000 attestante che le attività del progetto non hanno avuto finanziamenti da altre organizzazioni o enti (All. C);
c)    Curriculum del richiedente e degli eventuali partner;
d)    Visura camerale del richiedente e degli eventuali partner, di epoca non antecedente ai 3 mesi dalla data di pubblicazione del bando.
IMPORTANTE: Ambedue gli invii (online e cartaceo a mezzo raccomandata) sono obbligatori e la mancata presentazione di uno dei due o il loro invio dopo il termine, costituisce causa di esclusione dal bando.
La documentazione dovrà essere inoltrata entro e non oltre le h. 24.00 del 15 ottobre 2019. Farà fede la data della mail di invio ed il timbro postale.
Procedura e criteri di valutazione
Per essere ammesse alla fase di valutazione le proposte dovranno essere:
•    Presentate nei termini e complete della documentazione richiesta;
•    Redatte in tutti i campi richiesti nel rispetto dei limiti di spazio.
In considerazione del valore sociale dell’iniziativa e con l’obiettivo di dare alle diverse proposte il massimo della diffusione, la procedura di valutazione prevede due fasi distinte:
1.    Votazione online
2.    Valutazione da parte di una Commissione di Esperti
Una volta pubblicati in piattaforma, i progetti potranno essere votati per 30 giorni. Detto termine deve considerarsi perentorio.
Per partecipare alla votazione online occorre:
–    Registrarsi sulla piattaforma con dati anagrafici, e-mail;
–    Compilare l’informativa della privacy.
Verificati i dati, il sistema informatico consentirà l’espressione del voto.
Alla scadenza (ore 24.00) dei 30 giorni dall’inizio della votazione non sarà più possibile votare.

Testo del bando
https://www.coltiviamoagricolturasociale.it/wp-content/uploads/2019/07/Bando-2019-versione-definitiva.pdf