Fondo Europeo per i Rimpatri

Il Fondo Europeo per i Rimpatri, gestito dal dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione – Direzione centrale per i servizi civili per l’immigrazione e l’asilo, è stato creato per sostenere gli sforzi compiuti dagli Stati membri ai fini del miglioramento della gestione delle procedure di rimpatrio dei cittadini di paesi terzi. Ai fini dell’attuazione del Programma Annuale 2010 l’Autorità Responsabile del Fondo ha adottato cinque avvisi pubblici per la selezione dei progetti a ‘carattere di sistema’ e/o ‘a valenza territoriale’. Il decreto di adozione dei suddetti avvisi nonché il decreto di ripartizione delle risorse del Fondo saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

I soggetti proponenti dovranno presentare i progetti usando la procedura telematica predisposta dal ministero a partire dal 1 dicembre 2010 e dovranno, pertanto, dotarsi di casella di Posta elettronica certificata e firma digitale.

AZIONI

  • Azione 1.1.1. “Attività di studio e analisi nei principali Paesi di Origine per conoscere il contesto socio-economico e culturale di riferimento, identificare le opportunità e modalità di integrazione”
  • Azione 1.2.1. “Programmi di rimpatrio volontario assistito e reintegrazione nei paesi di origine per gruppi vulnerabili specifici. Prosecuzione dell’azione 2009”
  • Azione 1.2.2. “Supporto alla sperimentazione di percorsi per il rientro volontario di determinate categorie di immigrati – Modulo 1 e Modulo 2”
  • Azione 3.1.2. “Consolidamento della rete di riferimento nazionale di operatori e autorità locali, nonché rafforzamento della collaborazione con le rappresentanze consolari dei Paesi di origine in Italia. Prosecuzione dell’azione 2009”
  • Azione 4.1.2. “Scambio di esperienze e formazione in materia di rimpatrio rivolta agli operatori negli sportelli immigrati, rete SPRAR, enti gestori centri di accoglienza, Enti/ONG responsabili della accoglienza, assistenza e integrazione di cittadini di paesi terzi in possesso di un permesso di soggiorno per motivi di protezione sociale, ONG, Associazioni di immigrati”

SCADENZA

Le proposte progettuali dovranno essere presentate per via telematica entro e non oltre le ore 18:00 del 31 gennaio 2011.

MAGGIORI INFORMAZIONI

link all’Avviso