Progetti per la prevenzione e il contrasto della mutilazione genitale femminile

Progetti per la prevenzione e il contrasto della mutilazione genitale femminileIl Ministero per i diritti e le pari opportunità emana un avviso per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e al contrasto delle pratiche di mutilazione genitale femminile, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 13 agosto 2007.

Sono ammessi tra i soggetti proponenti le Regioni, gli Enti Locali e le amministrazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Sono altresì ammessi gli Organismi del Terzo Settore legalmente costituiti ai sensi della vigente normativa, non aventi scopo di lucro, che abbiano tra le proprie finalità la tutela della salute o dei diritti dei migranti, nella fattispecie:

  • associazioni di promozione sociale;
  • società cooperative sociali;
  • organizzazioni di volontariato;
  • fondazioni;
  • organizzazioni non governative;
  • altri enti di carattere privato senza scopo di lucro, costituiti nella forma di ONLUS;
  • forme di partenariato locale che abbiano tra le proprie finalità la tutela della salute e dei diritti dei migranti.

Detti soggetti possono a loro volta proporsi anche sotto forma consortile. Possono inoltre essere indicate forme di partenariato o di collaborazione istituzionale con altri soggetti pubblici.
A pena di inammissibilità, i soggetti proponenti devono avere sede legale e/o operativa in Italia e impegnarsi a realizzare il proprio intervento nell’ambito del territorio nazionale.

Il progetto, i relativi allegati e la documentazione a corredo, dovranno pervenire in un plico chiuso (un originale e due copie integrali) con indicazione del riferimento in calce a destra: «AVVISO N.1 PER LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO DELLE MGF», con la dicitura «NON APRIRE».
Tale plico dovrà pervenire a

Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità
Largo Chigi  n° 19
00187 – Roma

entro e non oltre 45 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso nella Gazzetta Ufficiale.
Le domande possono essere spedite con raccomandata A/R, nel qual caso fa fede il timbro postale di spedizione.

MAGGIORI INFORMAZIONI

link all’Avviso pubblicato sul sito Ministero per i diritti e le pari opportunità
scarica Avviso
scarica Domanda di candidatura – Allegato 1
scarica Formulario per la presentazione del progetto – Allegato 2

Segreteria tecnica – Commissione per la prevenzione e il contrasto delle pratiche di mutilazione genitale femminile
fax 06/6779 2471
mgf_ddpo@palazzochigi.it

Manifestazione di interesse per l’individuazione di un soggetto partner del Terzo Settore per la coprogettazione dei progetti in favore di adolescenti e giovani, da candidare all’avviso pubblico “DesTEENazione-Desideri in azione”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 13/05/2024
  • parole chiave: co-progettazione; inclusione sociale; adolescenti; famiglie; comunità; multidisciplinarietà; partecipazione; innovazione sociale; educazione
  • Condividi sui Social:

Individuazione soggetto partner del Terzo settore per la coprogettazione in favore di persone con disabilità, da candidare all’avviso pubblico “Oltre le barriere: Città Accessibile”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 02/05/2024
  • parole chiave: disabilità; inclusione; co-progettazione; partecipazione; pari opportunità; benessere psico-fisico
  • Condividi sui Social:

Volontariato 2024

Rispondere a sfide sociali e creare spazi di partecipazione, mobilitando nuovi volontari e aumentando il senso di comunità e protagonismo attivo dei giovani

  • soggetto promotore: Fondazione con il Sud
  • scadenza: 09/05/2024
  • parole chiave: partecipazione; comunità; solidarietà; inclusione; sviluppo; cambiamento
  • Condividi sui Social:

Comunità Ospitali per il Turismo Accessibile

I Progetti di Rete realizzeranno un sistema integrato di accoglienza accessibile

1. Realizzazione di servizi turistici per la fruizione e la mobilità accessibili, nonché acquisto di materiali, mezzi e infrastrutture leggere (es. segnaletica), strumenti tecnologici per le attività di ospitalità, escursionismo e visite guidate;
2. Predisposizione e organizzazione di pacchetti turistici integrati con servizi turistici finalizzati all’obiettivo della inclusività;
3. Comunicazione e divulgazione di tutte le attività promosse e realizzate da ciascuna Rete, con particolare attenzione alla comunicazione on line e agli strumenti digitali;
4. Organizzazione e produzione di servizi socio-educativi a supporto dell’utenza e della offerta turistica;
5. Attivazione di percorsi di formazione e accompagnamento consistenti in:
a) tirocini che favoriscano l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità nelle attività di ideazione della esperienza turistica accessibile;
b) iniziative per la facilitazione dell’accoglienza e della attuazione del Progetto.”

Opportunità in movimento

La Fondazione intende supportare progetti volti a promuovere l’attività fisica – continuativa e di qualità – e a renderla accessibile per tutti, in particolare per le persone con disabilità, al fine di migliorare la qualità della vita e le abilità (fisiche, cognitive, sociali, relazionali) delle persone e ridurre la sedentarietà, l’inattività e il rischio di obesità.