Spazi Civici di Comunità (c.d Play District)

Scadenza:

30/09/2022 ore 12:00

Parole chiave:

innovazione sociale, sport, giovani, spazi civici, protagonismo giovanile, inclusione sociale

Soggetto promotore:

Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale e Sport e Salute

Soggetti ammessi:

Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, in partnership con altri soggetti e organizzazioni pubbliche e private.

  • a) iscrizione al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche CONI (o Nuovo Registro Nazionale delle Attività sportive dilettantistiche – RAS), valida per l’anno in corso;
  • b) disponibilità di un impianto sportivo o altra struttura munita degli spazi idonei alla realizzazione delle attività sportive ed extra-sportive e sociali proposte, anche in convenzione con privati o Enti locali, purché la stessa sia operante alla data di inizio attività del progetto;
  • c) presenza di istruttori dedicati al progetto in possesso di laurea in Scienze Motorie o diploma ISEF, o tecnici di 1° livello e tecnici con specifica esperienza per le diverse fasce di età, in numero adeguato a garantire lo svolgimento delle attività sportive;
  • d) attivazione di partnership che garantiscano competenze e professionalità tali da perseguire le finalità extra-sportive e sociali del progetto.

Ambiti di intervento/attività finanziabili:

TARGET: giovani da dai 14 ai 34 anni, con particolare attenzione alle categorie maggiormente a rischio, come i NEET (Not in Education, Employment or Training).
STRUTTURA: dove si svolgono le attività proposte, preferibilmente ubicato in aree ad alta frequentazione di giovani.
PROGRAMMA DI ATTIVITÀ: che includa attività sportive e attività extra-sportive e sociali destinate alla fascia d’età 14-34 anni.
PARTNERSHIP: che preveda il coinvolgimento di soggetti del sistema sportivo, educativo ed istituzionale del territorio.

Spese ammissibili:

  • Costo per il canone di locazione dell’impianto in cui si svolgerà il programma di attività di cui all’art. 4, per un contributo massimo di € 14.000,00 (quattordicimila/00), omnicomprensivo per l’intera durata del progetto e in ogni caso non superiore al 50% del totale del costo complessivo sostenuto dall’ASD/SSD per lo svolgimento delle proprie attività ordinarie;
  • costo per utenze, fino ad un limite massimo di € 7.200,00 (settemiladuecento/00), omnicomprensivo, per l’intera durata del progetto;
  • costo per attrezzature sportive ed eventuale strumentazione per le attività extra-sportive, nonché per dispositivi di sicurezza per le misure di contenimento del virus COVID-19;
  • costi per altri materiali (es. per l’organizzazione incontri educativi/eventi, ecc.);
  • costi di comunicazione e promozione del progetto;
  • altri costi (esempio per l’espletamento delle attività extra-sportive, tesseramento, copertura assicurativa, certificati medici);
  • costo del personale (tecnici sportivi, e altre figure professionali, quali psicologi, tutor, consulenti, animatori socioeducativi giovanili, Youth Worker, ecc.).

Contributo massimo ammissibile:

L’importo massimo erogabile per ciascun progetto approvato è pari ad € 100.000,00 (centomilaeuro/00), omnicomprensivo per un massimo di 24 mesi di attività.

Cofinanziamento:

Non previsto

Link al bando:

https://www.sportesalute.eu/spazicivici.html

Vuoi partecipare a un bando?
Richiedi una consulenza in Progettazione: analisi territorio, benchmarking, studio di fattibilità

Le consulenze sono gratuite ma devono essere prenotate:
● Andria: delegazionebarinord@csvbari.com
● Bari: consulenza@csvbari.com