Progetti di fattibilità a sostegno delle vittime di trattaProgetti di fattibilità a sostegno delle vittime di tratta

V edizione del Premio Cultura di Gestione

Federculture bandisce la quinta edizione del “Premio Cultura di Gestione”, con lo scopo di identificare, premiare e diffondere i progetti più innovativi nelle politiche dello sviluppo locale, gli interventi di valorizzazione del territorio, di promozione integrata dei beni culturali, di riorganizzazione dei servizi ai cittadini, le nuove forme di collaborazione pubblico-privato.

Il Premio è realizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Conferenza delle Regioni, l’ANCI, l’UPI, Legautonomie, Legambiente, CTS – Centro Turistico Studentesco e Giovanile e il Comune di Torino.

Possono partecipare al bando comuni, province, regioni, comunità montane, amministrazioni pubbliche centrali e periferiche, soggetti pubblici o misto pubblico-privati che gestiscono beni e attività culturali, associazioni, fondazioni e organizzazioni non profit.

La prima presentazione delle candidature avveiene attraverso una scheda sintetica di presentazione dei progetti: il Concept Note.
Nel Concept Note il soggetto promotore deve fornire una descrizione del progetto nelle sue linee generali (struttura, finalità, obiettivi e risultati raggiunti). I Concept Note devono pervenire entro il 31 luglio 2008 via e-mail all’indirizzo premio@federculture.it, indicando come oggetto “nome del progetto presentato – V Edizione Premio Cultura di Gestione” e in versione cartacea e su supporto informatico (CD-Rom), indicando sulle buste: “nome del progetto presentato – V Edizione Premio Cultura di Gestione” a

Federculture
piazza Cavour n° 17
00193 Roma

La seconda fase della presentazione delle candidature prevede la compilazione di un questionario di approfondimento sugli aspetti specifici dei progetti presentati: il Full Application Form. I soggetti proponenti selezionati sulla scorta dell’analisi dei Concept Note verranno invitati ad inviare il Full Application Form. I Full Application Form devono pervenire entro il 30 novembre 2008 via e-mail all’indirizzo premio@federculture.it, indicando come oggetto “nome del progetto presentato – V Edizione Premio Cultura di Gestione” e in versione cartacea e su supporto informatico (CD-Rom) indicando sulle buste: “nome del progetto presentato – V Edizione Premio Cultura di Gestione” a

Federculture
piazza Cavour n° 17
00193 Roma

Saranno premiati 3 progetti valutati dalla Giuria come i più significativi nell’ambito delle politiche di gestione, valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. Inoltre verranno consegnati, da parte degli Enti che partecipano al progetto, i seguenti premi speciali:

  • Premio Legambiente “PiccolaGrandeItalia” per l’impegno mostrato dai piccoli centri urbani (max. 5.000 abitanti)
  • Premio CTS per le politiche culturali giovanili per l’impegno nelle politiche di avvicinamento dei giovani alla cultura
  • Premio per la cooperazione pubblico-privato per la sperimentazione di modalità di gestione innovative

I vincitori saranno premiati durante una cerimonia che si svolgerà a Torino, nelle sale di Palazzo Madama, il 27 febbraio 2009, in occasione della V Conferenza Nazionale degli Assessori alla Cultura e al Turismo (Torino, 26-27-28 febbraio 2009), alla presenza di rappresentanti delle amministrazioni locali e delle istituzioni nazionali promotori dell’iniziativa.

MAGGIORI INFORMAZIONI
scarica bando
scarica comunicato stampa

referente: Flavia Camaleonte
tel. 06/32697521
fax 06/32120269
premio@federculture.it

Manifestazione di interesse per l’individuazione di un soggetto partner del Terzo Settore per la coprogettazione dei progetti in favore di adolescenti e giovani, da candidare all’avviso pubblico “DesTEENazione-Desideri in azione”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 13/05/2024
  • parole chiave: co-progettazione; inclusione sociale; adolescenti; famiglie; comunità; multidisciplinarietà; partecipazione; innovazione sociale; educazione
  • Condividi sui Social:

Individuazione soggetto partner del Terzo settore per la coprogettazione in favore di persone con disabilità, da candidare all’avviso pubblico “Oltre le barriere: Città Accessibile”

  • soggetto promotore: Comune di Bari
  • scadenza: 02/05/2024
  • parole chiave: disabilità; inclusione; co-progettazione; partecipazione; pari opportunità; benessere psico-fisico
  • Condividi sui Social:

Volontariato 2024

Rispondere a sfide sociali e creare spazi di partecipazione, mobilitando nuovi volontari e aumentando il senso di comunità e protagonismo attivo dei giovani

  • soggetto promotore: Fondazione con il Sud
  • scadenza: 09/05/2024
  • parole chiave: partecipazione; comunità; solidarietà; inclusione; sviluppo; cambiamento
  • Condividi sui Social:

Comunità Ospitali per il Turismo Accessibile

I Progetti di Rete realizzeranno un sistema integrato di accoglienza accessibile

1. Realizzazione di servizi turistici per la fruizione e la mobilità accessibili, nonché acquisto di materiali, mezzi e infrastrutture leggere (es. segnaletica), strumenti tecnologici per le attività di ospitalità, escursionismo e visite guidate;
2. Predisposizione e organizzazione di pacchetti turistici integrati con servizi turistici finalizzati all’obiettivo della inclusività;
3. Comunicazione e divulgazione di tutte le attività promosse e realizzate da ciascuna Rete, con particolare attenzione alla comunicazione on line e agli strumenti digitali;
4. Organizzazione e produzione di servizi socio-educativi a supporto dell’utenza e della offerta turistica;
5. Attivazione di percorsi di formazione e accompagnamento consistenti in:
a) tirocini che favoriscano l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità nelle attività di ideazione della esperienza turistica accessibile;
b) iniziative per la facilitazione dell’accoglienza e della attuazione del Progetto.”

Opportunità in movimento

La Fondazione intende supportare progetti volti a promuovere l’attività fisica – continuativa e di qualità – e a renderla accessibile per tutti, in particolare per le persone con disabilità, al fine di migliorare la qualità della vita e le abilità (fisiche, cognitive, sociali, relazionali) delle persone e ridurre la sedentarietà, l’inattività e il rischio di obesità.