Apulian ICT Living Labs

Regione Puglia – Apulian ICT Living Labs

DESCRIZIONE
La Regione Puglia, nell'ambito del PO FESR 2007-2013 Asse I, Linea di intervento 1.4, Azione 1.4.2, intende favorire la crescita e lo sviluppo delle PMI pugliesi specializzate nell'offerta di applicazioni TIC, servizi e contenuti digitali, attraverso il cofinanziamento di progetti sperimentali implementati mediante il modello Apulian ICT Living Labs.
Living Lab è un nuovo paradigma applicato alle attività di ricerca e innovazione che consente agli utilizzatori – rappresentati da un gruppo di potenziali utenti e/o consumatori o dagli stessi abitanti di un'intera città, provincia o regione – di collaborare con i progettisti nello sviluppo e nella sperimentazione dei nuovi prodotti/servizi ad essi destinati.
I "domini di riferimento" sono:
• Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale
• Beni Culturali e Turismo
• Energia
• Governo elettronico per la PA
• Inclusione Sociale e Invecchiamento attivo e in salute
• Istruzione ed Educazione
• Industria Creativa
• Trasporti e Mobilità

Il presente Avviso è relativo alla Fase 1 e avvia le due Azioni A e B:
Azione A "Mappatura dei fabbisogni dell'Utenza finale. Raccolta e catalogazione di temi,
esigenze e problematiche manifestate dall'Utenza finale";
Azione B "Qualificazione dell'Utenza finale e dei Laboratori di ricerca e attivazione del Catalogo Partner Living Lab".
Per quanto riguarda l'azione A, con il presente Avviso si intende coinvolgere l'Utenza finale nella manifestazione di specifici temi, esigenze e problematiche, all'interno dei "Domini di riferimento" come identificati in Premessa e che richiedano l'impiego di tecnologie TIC per la loro gestione e/o risoluzione.
I temi, le esigenze e le problematiche specifiche acquisite attraverso questo Avviso pubblico, potranno essere oggetto, nella successiva Fase 2, di sperimentazione di soluzioni da parte di PMI pugliesi del settore TIC.
Per quanto riguarda l'azione B, con il presente Avviso si intende coinvolgere l'Utenza finale e i Laboratori di ricerca per la manifestazione del loro interesse e della loro disponibilità a essere inseriti nel Catalogo Partner Living Lab e per la partecipazione attiva alle attività di sperimentazione della successiva Fase 2.

SOGGETTI AMMESSI
Possono aderire al presente Avviso, relativo alla Fase I del progetto:
1. Soggetti del sistema socio-economico regionale attivi in uno o più domini di riferimento identificati in premessa come Associazioni datoriali e di categoria, Associazioni e organismi rappresentativi di bisogni collettivi, distretti produttivi, sindacati, e simili.
2. Enti Pubblici quali, a titolo esemplificativo, Comuni, Province, ASL, Istituti di formazione.
3. Laboratori di ricerca con sede operativa in Puglia afferenti a Università, Enti Pubblici di ricerca, ENEA, Reti di Laboratori pubblici, Distretti Tecnologici, Centri di Competenza e Centri di ricerca privati riconosciuti/iscritti all'albo del MIUR.

Il modello Apulian ICT Living Labs prevede la cooperazione di soggetti distinti appartenenti alle tre categorie di seguito identificate. E' necessario che il Living Lab sia costituito da un partenariato di almeno tre soggetti localizzati o con sede operativa nella Regione Puglia, uno per ciascuna delle tre categorie a) b) e c):
a) Piccola e Media Impresa del settore TIC
• PMI che operino nel settore delle Tecnologie della Comunicazione e
dell'Informazione (TIC) (sviluppo, produzione e/o integrazione di software,
hardware, micro e nano sistemi, sensoristica, dispositivi meccanici elettrici ed
elettronici, sistemi di trasmissione, ricezione ed elaborazione di informazioni,
etc.)
b) Utenza finale
• Enti Pubblici (Comuni, Province, ASL, Istituti di formazione, etc.)
• Sistema socioeconomico regionale rappresentato da soggetti attivi in uno o più
domini di riferimento dell'iniziativa come Associazioni datoriali e di categoria,
Associazioni e organismi rappresentativi di bisogni collettivi, distretti produttivi,
sindacati, Associazioni di tutela dei consumatori, etc.
c) Laboratori di Ricerca afferenti a:
• Università, Enti Pubblici di ricerca, ENEA, Reti di Laboratori pubblici!, Distretti Tecnologici, Centri di Competenza e Centri di ricerca privati riconosciuti/iscritti all'albo del MIUR.
Le proposte progettuali dovranno quindi essere presentate da PMI pugliesi del settore TIC – in forma singola o aggregata – che propongano un progetto nel quale sia presente almeno un Utente Finale scelto tra quelli presenti nel Catalogo Partner Living Lab e funzionale al tipo di sperimentazione da condurre sul fabbisogno/dominio di riferimento, e almeno un Laboratorio di Ricerca con sede operativa in Puglia scelto tra quelli presenti nel Catalogo Partner Living Lab.
La durata dei progetti di sperimentazione è stimata in 12 mesi.

MODALITÀ E TERMINI
I soggetti interessati dovranno utilizzare esclusivamente l'apposito servizio predisposto per la compilazione on line e accessibile all'indirizzo web www.sistema.puglia.it e seguire l'apposita procedura per l'acquisizione della candidatura.
Il servizio on line consentirà di accedere alle 2 sezioni:
A. Mappatura dei Fabbisogni
B. Catalogo Partner Living Lab
La compilazione on line delle sezioni A e B sarà attiva a partire dalle ore 12:00 del giorno 10 aprile 2012 e rimarrà aperta per tutta la durata dell'iniziativa fino al 31/12/2013, assicurando l'aggiornamento e la manutenzione della mappa dei fabbisogni regionali e del Catalogo Partner Living Lab.
L'inserimento nel catalogo Partner Living Lab richiederà l'invio a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata) del modello di autocertificazione generato dal sistema, all'indirizzo livinglabs.regione@pec.rupar.puglia.it

MAGGIORI INFORMAZIONI
www.sistema.puglia.it.