Azione ProvincEgiovani Anno 2009

Azione ProvincEgiovani Anno 2009

Il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Unione delle Province d’Italia hanno espresso l’impegno alla più ampia e proficua collaborazione al fine di promuovere azioni su temi di comune interesse in materia di politiche giovanili.

Nel quadro di tale Convenzione, è avviata la seconda edizione dell’Iniziativa “Azione ProvincEgiovani” finalizzata a sperimentare un intervento integrato ed efficace di vasta area in materia di politiche giovanili e tesa a valorizzare strategie e politiche coordinate a favore dei giovani in grado di coinvolgere i diversi livelli istituzionali, l’associazionismo giovanile e tutti gli attori che, a vario titolo, si occupano di giovani.

Il Dipartimento ha stanziato Euro 2.600.000 come contributo finanziario per la realizzazione dei progetti presentati da Province e UPI Regionali.

    Ambiti tematici

  1. Cittadinanza attiva e dialogo interculturale
    Tale ambito mira a potenziare una cultura civica volta ad incoraggiare i giovani ad assumere ruoli attivi e responsabili all’interno delle loro comunità.
  2. Occupabilità e innovazione
    Tale ambito mira a promuovere un diverso approccio ai temi del lavoro e dell’occupazione, che tenga in considerazione non solo l’accesso al lavoro ma anche la capacità degli individui di mantenere la propria “occupabilità” in un contesto in continuo mutamento.
  3. Sicurezza
    Tale ambito mira alla promozione di azioni volte a sensibilizzare i giovani e ad accrescere la consapevolezza in merito alla sicurezza stradale, alle conseguenze fisiche e mentali dell’uso e abuso di alcol, droghe e sostanze psicotrope.

Le proposte progettuali devono essere presentate in qualità di capofila dalle Province e dalle UPI regionali. Oltre alle Province e alle UPI regionali, possono partecipare alle attività progettuali, in qualità di partner o associati, enti pubblici o privati con sede in Italia, operanti nell’ambito delle politiche giovanili, come ad esempio: enti nazionali, regionali e locali; associazioni giovanili nazionali e internazionali; enti/associazioni senza scopo di lucro e organizzazioni non governative (riconosciute idonee dal Ministero degli Affari Esteri); Sportelli Informagiovani, Informadonna, Europe Direct e Eurodesk; Istituti scolastici; Enti di formazione e agenzie formative

Le candidature devono pervenire entro e non oltre le ore 14:30 del 30 giugno 2009 a
Unione delle Province d’Italia
Piazza Cardelli, 4, 00186 – Roma